Aggiornamento - Trentino Social Tank

AGGIORNAMENTO Operatore dei Servizi di Conciliazione

E BABYSITTER

Sei già un Operatore di Servizi di Conciliazione oppure un o una babysitter? Ogni anno devi aggiornarti su tematiche di carattere pedagogico-educativo. I nostri moduli strutturati in appuntamenti di 8 ore ti consentono di mantenere la tua qualifica, di accrescere le tue competenze educative e relazionali e di rimanere sempre up to date!

CORSI IN PROGRAMMA

Dentro la psicomotricità 

Il modulo introduce il tema della proposta psicomotoria declinandola in modalità di lavoro e attività rivolte a due fasce d’età: 9 mesi-3 anni e 3-6 anni. I nuclei tematici che verranno affrontati sono i seguenti: Psicomotricità, attività psicomotoria e cognitivo-motoria: significati, modelli, approcci. L’organizzazione di un incontro: i rituali e la loro strutturazione; la conclusione dell’esperienza psicomotoria tra momenti di rilassamento e rielaborazione. Le diverse modalità di conduzione dell’esperienza. I materiali e le loro caratteristiche. Il modulo ha carattere teorico-pratico. A momento di riflessione si affiancheranno momenti di esperienza in cui i partecipanti potranno sperimentare su di sè attività trasferibili nel lavoro con i bambini.

Tecniche di osservazione del comportamento infantile

Il modulo, nella parte introduttiva, affronta le principali questioni teoriche connesse all’osservazione, e propone sinteticamente alcune prospettive che utilizzano l’osservazione come metodo privilegiato di ricerca e/o formazione per chi opera in ambito educativo. Successivamente, nella fase laboratoriale (prevalente), si punterà a favorire la familiarizzazione con le principali tecniche di osservazione del comportamento infantile applicate ai contesti educativi. Gli strumenti proposti e presentati alterneranno la modalità osservativa diretta e indiretta e gli approcci qualitativo e quantitativo così da offrire strumenti adattabili ai diversi contesti e funzionali a perseguire diverse finalità legate agli obiettivi educativi.

L’aggressività nei bambini in fascia 0-3 anni: comprensione e gestione del fenomeno 

Il modulo si pone l’obiettivo di ampliare le conoscenze delle figure educative rispetto al fenomeno dell’aggressività nei bambini di fascia 0-3 anni. In particolare, sarà proposta una analisi dei bisogni che sottendono il comportamento aggressivo ed una serie di riflessioni circa i Funzionamenti su cui lavorare per contenerlo, nonché su specifiche strategie utili nel contesto lavorativo dell’asilo nido. Nell’arco della giornata formativa si alterneranno momenti teorici a momenti di lavoro in piccolo gruppo e di esperienze pratiche, esemplificative di una modalità efficace nel rapporto con i bambini in questione.

Lavorare con il gruppo misto 

Il modulo nasce per andare incontro alle esigenze delle microstrutture di bambini in fascia 3 mesi-3 anni che in molti momenti della giornata si trovano a dover gestire il gruppo misto di bambini. Il gruppo misto presenta alcuni punti di forza che verranno evidenziati e dettagliati su un piano teorico; d’altra parte richiedono delle competenze gestionali specifiche per garantire un’esperienza ricca e significativa a tutti i componenti del gruppo, indipendentemente dall’età, anche in attività di carattere più strutturato (non solo nel gioco libero). Verranno prese in considerazione e analizzati alcuni contesti di gioco (il gioco libero, il gioco dei travasi, il gioco di costruzione, il gioco semi-strutturato con i materiali, etc.) proponendo sguardi e strategie per adeguarlo al gruppo misto per età.

Musi-corpo 

Il laboratorio è pensato come momento di approfondimento della relazione corpo-musica. Musica, ritmo e movimento offrono un contesto educativo che consente il raggiungimento di molteplici finalità e obiettivi in quanto coinvolge tutte le aree della personalità, da quella fisico-funzionale, a quella cognitiva ed affettivo-relazionale. Gli stimoli che verranno utilizzati per approfondire la relazione corpo-musica saranno molteplici e diversificati: la stessa traccia musicale da esplorare nelle sue componenti (ritmo, melodia, velocità, pause, ecc.), un testo, una poesia, un’immagine, una ricetta alimentare. In tutti i casi, gli elementi che comporranno gli stimoli (parole chiave di un testo, versi di una poesia, melodia di una musica, ingredienti di una ricetta, ecc.), verranno collegati al vissuto corporeo, al fine di dare senso al percorso educativo-musicale all’interno del più ampio percorso formativo. Verranno anche offerte sollecitazioni per procedere alla creazione di brevi sequenze motorie coreografiche, utilizzando strategie attive di coinvolgimento dei bambini e dei ragazzi.

La pratica narrativa 

Il Laboratorio proporrà i seguenti apprendimenti: la narrazione di storie; il piacere di ascoltare, il piacere di raccontare; la relazione empatica tra individui che partecipano all’evento narrativo; l’azione educativa del racconto; la scelta delle storie; le informazioni sul progetto “ Nati per leggere” e relativa bibliografia; lo stile da adottare con i bambini; gli strumenti: sguardo- voce- gesto-suoni; strategie e utilizzo di molteplici strumenti d’espressione. Obiettivi: Fornire metodologie e strumenti per una crescita delle abilità nel campo della narrazione. Far comprendere, attraverso un lavoro sul corpo, le possibilità dei diversi mezzi espressivi. Favorire un attento lavoro di esplorazione e sviluppo della capacità d’ascolto. La caratteristica di questo laboratorio consiste nel proporre una tipologia di lavoro coinvolgente e giocosa. Sono previste esercitazioni pratiche di gruppo alternate da momenti di riflessione. Il lavoro sulla persona prevede di incrementare potenzialità personali e consapevolezza educativa.